ULCERA CORNEALE NEL GATTO

ULCERA CORNEALE NEL GATTO

Le cause che portano alla formazione di ulcere corneali nel gatto possono essere svariate: batteriche, virali, traumatiche. La cosa importante è non perdere tempo e rivolgersi subito a un veterinario esperto d’occhi (se ne trovate uno).

CURE ULCERA CORNEALE NEL GATTO O SEQUESTRO CORNEALE

Se vedete un gatto persiano o un qualunque gatto con un occhio chiuso, non perdete tempo…potrebbe essere herpes virus, ma no solo!

1) synulox 2 volte al giorno per bocca

2) collirio tobral o Naflox 4 volte al giorno (però se non c’è ancora ulcera è meglio  il tobradex che ha cortisone e credetimi fa miracoli)

3) collirio iducher 4 volte al giorno

4) lisina in compresse una volta al giorno.

Se non avete perso troppo tempo a decidervi, gli salverete l’occhio.

Purtroppo i gatti persiani sono soggetti a scarsa lacrimazione e avendo gli occhi grandi possono avere queste forme chiamate anche sequestri corneali.

Sarebbe buona norma, tenere tagliata la peluria intorno agli occhi, in modo che i peli non diano fastidio creando irritazioni e tenere puliti gli occhi con gocce fiologiche quotidianamente.

La lisina serve nel caso il sequestro sia causato dell’herpes virus, la lisina infatti si nutre delle stesse sostanze di cui necessita il virus per sopravvivere. Togliendo il nutrimento al virus, si limitano i danni da herpes virus. Se avete un gatta che va soggetta a ricadute utilizzate la lisina a cicli in modo da mantenere il virus inattivo.

E ora veniamo al sodo, anche qui può succedere di trovarvi come è capitato a me con la gatta con l’occhio completamente grigio e opaco. Non mollate… un’ulcera corneale va curata anche per mesi (io l’ho curata per 2 anni). Parola d’ordine: NON MOLLARE!

Per esperienza personale vi racconterò come è andata nel mio caso. Ho iniziato a notare che la mia micia teneva l’occhio chiuso e l’occhio era opaco. Non sono andata subito dal veterinario e le ho dato il tobradex. Collirio con cortisone. L’occhio inizialmente stava meglio, appena smesso di usare il collirio è fortemente degenerato. Quando l’ho portata dal veterinario le ho sentite perchè avevo usato il tobradex. A un anno dall’evento l’occhio è tornato normale. L’altro che ha avuto lo stesso problema e non ho usato il tobradex  perchè avevo paura di fare più danno che altro è rimasto con una cicatrice… Ora mi chiedo… ??? Ma forse il tobradex non aveva fatto poi così male… Chissà… Mistero. Il mistero è stato svelato, dopo aver applicato all’occhio che era rimasto con la cicatrice per ben due anni di tanto in tanto (a cicli bimestrali della durata di 20 gg) il collirio al cortisone ha fatto il miracolo… la crosta si è sollevata ed è caduta da sola, lasciando l’occhio quasi perfettamente sano. Dico quasi perfettamente perchè il processo di guarigione è ancora in atto ma è rimasto solo un pò più opaco… ma presumo che continuando col cortisone, arriveremo senza intervento chirurgico a riportare l’occhio in forma normale come è tornato l’altro che fin da subito è stato curato col cortisone.

LEGGI ANCHE

ULCERA CORNEALE NEL GATTO O SEQUESTRO CORNEALE

Bookmark the permalink.

Comments are closed.